Chi è l'Oftalmologo?

L'Oftalmologo

L'oftalmologo è il medico specializzato nelle malattie dell'occhio: comunemente conosciuto come oculista, egli provvede all'esame della vista e alla successiva (se necessaria) prescrizione di lenti a contatto o di occhiali da vista responsabili della correzione dei difetti visivi.

Oftalmologia è dunque sinonimo di oculistica, branca della medicina che si occupa dello studio della struttura e del funzionamento degli occhi oltre che delle malattie a questi associate; nello specifico, l'oculistica clinica si pone l'obiettivo di considerare il funzionamento e la funzione visiva delle strutture anatomiche degli occhi.

Per eseguire il suo lavoro, l'oftalmologo si avvale di speciali apparecchiature. Un esempio può essere l'oftalmoscopio con cui egli analizza l'interno dell'occhio riuscendo a osservare la retina posta nella parte posteriore interna di ogni occhio; l'oftalmologo indaga inoltre sul senso cromatico e sull'acuità visiva del paziente sottoponendolo a specifici esami.

Test del senso cromatico sono indispensabili per diagnosticare difetti riguardanti la visione dei colori che mettono in seria diffocoltà la capacità di percepire i colori nella maniera corretta; l'esame della vista di cui si prende carico l'oftalmologo indaga altresì sull'acutezza visiva ossia sulla capacità dell'occhio di percepire i dettagli di un oggetto: essa costituisce una delle principali abilità visive e dipende dalla nitidezza dell'immagine proiettata direttamente sulla retina.

L'oftalmologo lavora con uno degli organi più complessi del nostro corpo: il globo oculare costituisce una sfera semi perfetta dal diametro di quasi due centimetri e mezzo la cui parte principale è formata dalla sclerotica, dalla coroide e dalla retina.